Come funziona la Psicoterapia della Gestalt

L'analisi della relazione attraverso il ciclo di contatto

Sviluppo ed evoluzione del ciclo di contatto

La Psicoterapia della Gestalt, nasce negli USA negli anni cinquanta del secolo scorso e fa parte delle psicoterapie del filone umanistico - esistenziale.

La sua modalità di intervento si basa sul “qui-e-ora” sull’ analisi della relazione, o meglio sull’analisi dell’unità fondamentale della relazione che è il “ciclo di contatto”.

Ogni contatto infatti ha una fase iniziale, una centrale e una finale.

Le modalità con le quali una persona affronta ogni fase del ciclo di contatto rappresentano la sua modalità tipica relazionale, il suo “Stare nel mondo”.

L’esempio tipico è quello di quando gustiamo il caffè:

 

1) fase iniziale: la preparazione

 

2) fase centrale: la degustazione

 

3) fase finale: l’assimilazione dell’ esperienza stessa.

 

Da un punto di vista strettamente psicoterapeutico si analizzano, insieme al paziente, i tempi e modi del suo ciclo di contatto, ovvero le modalità di interruzione del suo ciclo di contatto.

Una semplificazione estrema ma, molto chiara, ci mostra come:

  1. La persona depressa interromperà il contatto nella fase iniziale

 

  1. La persona fobico-ossessiva nella fase centrale

 

  1. La persona narcisista poco prima che la fase centrale stessa si concluda.

Questo quadro non rende giustizia della complessità del quadro clinico e delle infinite varianti, ma ha lo scopo di far vedere il quadro sostanziale del nostro intervento.

Lo schema a fianco illustrerà attraverso un grafico lo sviluppo e l’evoluzione di un tipico ciclo di contatto.

Share by: