La psicoterapia attraverso il gioco

Per il trattamento degli stati ansiosi infantili

Psicoterapia del bambino

La ricerca psicologica ha analizzato i rapporti tra attività ludica e sviluppo emotivo, intellettivo e sociale. Da un lato, il timore o l’ansia che un bambino prova nei confronti di determinate cose possono venire ridotti, e quindi gradualmente dominati, attraverso la ripetuta rappresentazione ludica della situazione che è alla loro origine. Da un altro lato, impulsi o desideri che non possono trovare soddisfacimento sul piano concreto, perché l’ambiente fisico o sociale non lo consentono, possono esprimersi su oggetti simbolo (per esempio l’aggressività verso un membro della famiglia può trovare espressione nel trattamento riservato a un bambolotto). In entrambi i casi il gioco assicurerebbe un migliore equilibrio emotivo. Anche l’utilizzazione ludica di particolari oggetti può costituire un elemento di facilitazione, una importante fase di transizione per il costituirsi di positivi rapporti affettivi. D. W. Winnicott ha proposto appunto il termine di “ oggetti transazionali” per indicare quei bambolotti, fazzoletti, coperte, che molti bambini desiderano avare sempre con sé e dai quali ricavano un senso di sicurezza, quel senso di sicurezza che più avanti verrà loro dai buoni rapporti affettivi che saranno in grado di stabilire con la persone.

La natura del gioco in quanto attività sostitutiva è stata sottolineata anche da K. Lewin. Il bambino, osserva Lewin, passa più facilmente dell’adulto dal piano della realtà al piano della irrealtà, cioè della rappresentazione modificata delle situazioni in cui è immerso nella vita reale; e su tale ”piano di irrealtà” si muove in modo libero e con ritrovato senso di sicurezza. Il gioco offrirebbe la possibilità di esprimere desideri o tensioni che non avrebbero sfogo altrimenti.

La consapevolezza degli stretti rapporti fra attività ludica e vita psichica ha portato all’utilizzazione del gioco, in sede sia psicodiagnostica sia psicoterapeutica. L’ analisi del comportamento ludico di un bambino offre indicazioni sul livello del suo sviluppo motorio e intellettuale e permette di cogliere aspetti essenziali della sua vita emotiva e affettiva. Inoltre, la graduale presa di coscienza da parte di un bambino dei sentimenti da lui vissuti o fatti vivere ai personaggi del gioco può avere una funzione terapeutica, o costituire un importante momento diagnostico.

Share by: