I disturbi della personalità narcisistica

Una patologia dei nostri giorni

Disturbo narcisistico

Oggi è diffuso un certo disagio, la società tutta centrata sulla competitività e sulla fretta ha prodotto un nuovo tipo di uomo. La complessità della società contemporanea ha reso più difficile l’integrazione a un numero sempre maggiore di persone che vivono la relazione come priva di significato e affettivamente vuota. Ci si concentra sulla propria persona in modo narcisistico. La pressione adattiva generata da una cultura che moltiplica il suo sapere a un ritmo sempre più veloce spinge le persone a relazioni sempre più superficiali e l’individuo instaura meno facilmente rapporti.

Le strutture del carattere diventano sempre più plastiche, più malleabili, più ambigue, i sintomi interessano non tanto un aspetto della personalità quanto la sua globalità e hanno un carattere generico e diffuso: si tratta di disturbi di carattere narcisistico.

In genere si tratta di individui che si ritirano nel momento in cui sono arrivati alla meta, che vivono la realizzazione del desiderio come una perdita, paragonabile al risveglio quando questo distrugge un sogno: questi pazienti entrano in terapia non per una sintomatologia che procura sofferenza, ma per le reazioni negative del loro ambiente suscitata dal loro modo di manipolare gli altri di nascosto.

Da un punto di vista sociologico il disturbo narcisistico è una patologia tipica del nostro tempo, e potrebbe essere il riflesso di una cultura generalmente individualista. Tale cultura ignora la distinzione tra desideri e diritti e coltiva l’idea secondo la quale il successo, il denaro o la bellezza sono coefficienti di misura del valore delle persone.

Share by: